Problemi di condensa?

PROBLEMI DI CONDENSA?

La condensa è un fenomeno naturale collegato all’evaporazione dell’acqua presente nell’aria.

Il vapore acqueo a contatto con superfici fredde 8vetri, ponti termici, muri perimetrali) condensa trasformandosi in gocce d’acqua.

Quando tale fenomeno oltre che interessare muri, vetri ecc., interessa anche mobili e/o suppellettili dentro un’abitazione, è il caso di prendere qualche provvedimento ed acquisire qualche conoscenza per fronteggiare il problema.

COSE DA FARE:

  • ventilare tutti gli ambienti di casa nelle ore meno fredde e umide del giorno, anche in inverno, per almeno 15-30 minuti spalancando tutte le finestre. In questo modo il vapore presente nell’aria esce favorendo l’ingresso di aria più asciutta, quest’ultima sarà tra l’altro più velocemente riscaldata dai termosifoni, compensando l’abbassamento momentaneo della temperatura causato dall’apertura delle finestre.
  • Collegare il tubo di aspirazione della cappa della cucina all’apposita tubazione che porta all’esterno ed attivare il motorino di aspirazione durante la cottura dei cibi.
  • Munirsi di un deumidificatore anche economico da 100-150 euro, da posizionarsi in camera o in bagno. Se presente si può utilizzare il condizionatore fisso impostandolo sulla modalità deumidificazione.
  • Negli ambienti non molto areati quali mansarde, bagni, ecc. è consigliabile far montare un estrattore d’aria da utilizzare ogni qualvolta nell’ambiente venga prodotta una elevata quantità di vapore (doccia, stendino con panni umidi, ecc.)
  • Spalancare la finestra del bagno dopo ogni doccia lasciando aperte le ante del box doccia.
  • Mantenere la temperatura ambientale intorno ai 21 °C e l’umidità non oltre il 50%.
  • Al primo insorgere di macchie di muffa spruzzare un ò di candeggina o alghicida sulle macchie e rimuoverle con uno straccio.

COSE DA EVITARE:

  • Asciugare biancheria all’interno dell’abitazione. Normalmente 4-5 chili di bucato rilasciano 3-4 litri d’acqua sotto forma di vapore disperso nell’ambiente, che a contatto con superfici fredde inevitabilmente condensa. In climi umidi o freddi è consigliabile ricorrere ad una asciugatrice elettrica.
  • Avere troppe piante in casa.
  • Eccedere con il riscaldamento (sopra i 22 °C)
  • Posizionare biancheria umida sopra i termosifoni impedendo la ventilazione dell’aria calda prodotta dagli stessi.

IN CASO DI RISTRUTTURAZIONE:

Se dovete ristrutturare la vostra abitazione affidatevi a ditte competenti che sappiano valutare il giusto tipo e utilizzo dei materiali e degli impianti affinchè il problema della condensa sia per buona parte risolto all’origine.

condividi questo articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram